Capodanno 2023, in piazza e sulla neve (ma anche in tv o a teatro): ecco gli appuntamenti in tutta Italia

A pochi giorni dall’inizio del 2023, ecco una guida per orientarsi su cosa fare, dove andare, cosa seguire tra tv, teatro, musica ed eventi in Italia. 

Santo Stefano con 15 gradi: tavoli al mare a Ostia e Fiumicino per il caldo anomalo

CAPODANNO IN TV
“L’Anno che Verrà”, ormai alla 20ma edizione, è la tradizionale festa di Rai1 dedicata al Capodanno che quest’anno andrà in onda in diretta da Perugia in collaborazione con la Regione Umbria. Come sempre sarà una grande serata fatta di musica, grandi ospiti, emozioni e sorprese per salutare il 2022 e festeggiare l’arrivo del 2023. Conduce Amadeus, direzione musicale Maestro Stefano Palatresi e regia di Stefano Mignucci

ROMA

Sabato 31 dicembre, alle ore 22, presso la Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica si festeggia il Capodanno 2023 con Edoardo Leo nello spettacolo “Ti racconto una storia”. Sul palco del Palazzo dello Sport per passare un Capodanno 2023 all’insegna della risata arriva Enrico Brignano con “Ma… diamoci del tu!”.

Al Teatro Sistina varriva per la notte di Capodanno 2023 “Cats, il Musical” con Malika Ayane nella parte di Grizabella, regia e adattamento in italiano sono di Massimo Romeo Piparo, le musiche sono di musiche di Sir Andrew Lloyd Webber e testi del Premio Nobel T.S. Eliot. Questo Musical tra i più spettacolari mai creati al mondo e tra i più amati, riesce nell’impresa di riunire a Teatro intere generazioni di famiglie. All’Auditorium della Conciliazione, sabato 31 dicembre, domenica 1° gennaio e lunedì 2 gennaio,  andrà in scena una nuova versione di “Tutti Contro Tutti” con Maurizio Battista, show campione d’incassi che da mesi raccoglie consensi e applausi in tutta Italia. Il 31 dicembre, dopo il brindisi di mezzanotte al nuovo anno, approderanno sul palco tanti ospiti a sorpresa. Ci saranno anche i Los Locos, ballerine e un’attrazione di magia.

 Al Teatro Olimpico si festeggia il Capodanno con lo spettacolo concerto di Neri Marcorè con “Special Band”. Uno spettacolo unico nel suo genere, un Capodanno tra amici all’insegna del divertimento e della musica con Neri Marcorè e la Special Band. Al Teatro Quirino Vittorio Gassman si festeggia con Carlo Buccirosso e il suo spettacolo dal titolo “L’erba del vicino è sempre più verde”. Capodanno 2023 all’Arciliuto, con cena di Gala di San Silvestro “Tonight is the night: una cena a lume di candela”, un ambiente romantico riservato, la gioia vitale, le canzoni, le poesie, la filosofia, il presente e il passato, l’energia travolgente della musica, la sensualità melodica, le canzoni cantate in coro, la spontaneità del ballo, la bellezza dell’improvvisazione. La notte di Capodanno 2023 il Teatro de’ Servi festeggia con lo spettacolo “Una zitella da sposare”. 

MILANO

Per la serata del 31 dicembre 2022, sono tanti i teatri milanesi che propongono di festeggiare con loro e con gli attori in scena per un Capodanno 2023. Ecco gli spettacoli da non perdere: Ale e Franz saranno al Teatro Lirico Giorgio Gaber il 31 dicembre 2022 per due repliche del loro spettacolo “NatAle&FranzShow” in programma alle 17.30 e alle 21.30. Un cast talentuoso con la regia di Michele William Barbato e le coreografie di Anna Paggiaro e Giosuè Vettorato vi aspettano la sera di Capodanno 2023 al Teatro Nazionale CheBanca con la famosa storia di “Sister Act” in versione Musical.

La sera del 31 dicembre 2022, Vincenzo Salemme sarà al Teatro Manzoni di Milano con il suo nuovo spettacolo dal titolo “Napoletano? E famme ‘na pizza!”, un pamphlet tratto dal suo libro più recente. Due gli spettacoli in programma, uno alle 17.30 e l’altro alle 21.30. Edoardo Bennato sarà al Teatro Arcimboldi per il Capodanno 2023 in musica con il concerto di fine anno. “3… 2… 1… Bennato!”, concerto che andrà in scena dalle 22.00 per accogliere il nuovo anno. I Legnanesi tornano al Teatro Repower di Assago (Milano) con il loro nuovo spettacolo dal titolo “Liberi di Sognare” che andrà in scena anche la sera del 31 dicembre 2023 e quella del 1 ° gennaio 2023. Il tradizionale Capodanno allo Zelig di Milano è una serata ricca di risate in Viale Monza 140, la storica sede di Zelig Cabaret. Come ogni anno un’accurata scelta degli artisti che creano un’atmosfera di complicità e allegria con il pubblico. La sera del 1° gennaio 2023, il Teatro degli Arcimboldi di Milano ospita Checco Zalone con il suo nuovo spettacolo dal titolo “Amore + Iva”. Una serata all’insegna dell’allegria e del divertimento per un inizio anno davvero scoppiettante. Al Nazionale va in scena la favola per antonomasia, fino al 6 gennaio, con “Cinderella Il musical”, che Giuseppe Galizia ha tratto dal libretto di Oscar Hammerstein. Il 30 e 31 dicembre grande ritorno dello “Schiaccianoci di Nureyev” alla Scala, che lo ha visto tante volte in scena a interpretare Drosselmeyer che si trasforma in uno splendente Principe. Nello storico allestimento di Nicholas Georgiadis, sognanti fiocchi di neve, battaglie di topi e soldatini, splendidi valzer e straordinari passi a due accompagnano il sogno di Clara con il suo Principe e affascineranno anche i più piccoli, nella magica atmosfera natalizia, ideale cornice per ripresentare questo capolavoro di maestria coreografica e musicale. Con l’étoile Jacopo Tissi, fino all’11 gennaio.
All’EcoTeatro va in scena lo spettacolo “Romeo e Giulietta dalla Scala a Broadway” una “sfida” tra generi musicali, tra canto classico e canto moderno. Arie celebri della tradizione operistica si alterneranno alle sonorità del musical creando un fil rouge tra le raffinate atmosfere del Teatro alla Scala di Milano (tra i più prestigiosi templi dell’opera al mondo) e le sfavillanti luci dei teatri di Broadway. Da Romeo e Giulietta fino a West Side Story la musica farà rivivere la storia dei due amanti di Verona. E non mancheranno citazioni, ricordi, racconti, sogni e visioni della tradizione cinematografica che, insieme alla musica e all’arte, ha reso grande la storia del nostro paese.
Il 30 e 31 dicembre 2022 e il primo gennaio 2023 al Teatro Carcano la Compagnia de Circo “eia” – Barcellona propone equilibrismi, acrobatica per un Capodanno speciale con i performer catalani della compagnia di riferimento del panorama del Circo Contemporaneo spagnolo ed europeo. A seguire brindisi di mezzanotte con gli artisti, panettone e lenticchie e dj set nel foyer.
Capodanno al museo: a Palazzo Reale  mostra “Richard Avedon: Relationships”, che ripercorre gli oltre sessant’anni di carriera del fotografo attraverso 106 immagini, si potrà visitare 24-25-31 dicembre, 1 e 6 gennaio. anche alle Gallerie d’Italia e negli altri musei della rete museale di Intesa Sanpaolo si festeggerà con aperture straordinarie (il 26 dicembre e il 2 gennaio; chiusi a Natale) e gratuità (1 gennaio).

TORINO

Anche a Torino sono molti gli eventi e le iniziative in vista del Capodanno 2023 e tanti gli spettacoli a teatro tra cui “Effetto Marilyn”, a cura della Compagnia blucinQue al Teatro Le Serre a Grugliasco, il concerto spettacolo di Sandhya Nagaraja con il Magpie Swing Quintet al Caffè Muller, lo spettacolo Qsettantasette Rouge con la Compagnia teatrale IBS al Teatro Q77 che porta in scena una parodia del celebre “Moulin Rouge“. Al Teatro Colosseo  andrà in scena il one woman show di Teresa Mannino mentre al Teatro Alfieri  sarà possibile vedere lo spettacolo “Riunione di famiglia” con Katia Ricciarelli. 

NAPOLI

Il tradizionale concerto di Capodanno si terrà dalle 21 in piazza del Plebiscito con Peppe Iodice e il cast di Peppy Night, tra gli ospiti Belen Rodriguez, Stefano De Martino, Biagio Izzo, Lina Sastri e tanti altri. Dopo la mezzanotte dj set con Daniele Decibel Bellini e live di Lucariello e Franco Ricciardi.

Il 29 dicembre invece omaggio a Pino Daniele, Massimo Troisi ed Eduardo De Filippo:Fondazione Pino Daniele Ets presenta “Qualcosa arriverà Audiovisual Live Performance”, un grande evento dedicato a Pino Daniele e ai giovani talenti, con proiezioni di elaborazioni audiovisive, reinterpretazioni dal vivo e performance virtuali con la voce e la chitarra di Pino. L’evento si svolgerà all’interno della Galleria Umberto I (con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti delimitati dalla capienza oggettiva del luogo), luogo storico di incontro e simbolo del risanamento della città, che per la prima volta accoglierà le realtà creative di 40 giovani talenti con un’identità musicale; allievi provenienti da nord al sud Italia, che interpreteranno in chiave originale il genio di Pino Daniele, artefice più rappresentativo di un nuovo sound mediterraneo fatto di stati d’animo, di contaminazione, di radici e di nuovi orizzonti, caratterizzati da uno stile unico, perché la personalità è il primo linguaggio che abbiamo per comunicare con gli altri. Intellettuali ed artisti che frequentarono la Galleria Umberto I ispirarono e diventarono anche molti dei personaggi delle commedie di De Filippo. All’immenso Eduardo è dedicato un momento speciale con proiezioni e live: le immagini saranno tratte dal documentario “Il nostro Eduardo” di Didi Gnocchi e Michele Mally, mentre il live sarà eseguito da un quartetto classico che accompagnerà le registrazioni della chitarra di Pino sulle note di “’O presepe”, uno degli strumentali che Pino compose e dedicò proprio al maestro del teatro che in una delle sue commedie più famose, “Natale in casa Cupiello”, affrontò la relazione e gli scontri tra tradizione e nuovo mondo. Un omaggio con il beneplacito della Famiglia De Filippo. I Virtual Live con la voce e la chitarra di Pino saranno presenti anche in brani come “Quando”, “Terra Mia”, “Napule è”, e per un omaggio a Massimo Troisi: una performance audiovisiva su “Qualcosa arriverà” brano che Pino scrisse nel 1987 per il film di Massimo “Le vie del signore sono finite”, le immagini per l’elaborazione video sono fornite dalla famiglia Troisi.
Il Castello Musicante al Maschio Angioino: per la prima volta a Napoli un Capodanno dei bambini presso il Maschio Angioino. Un luogo magico da esplorare e scoprire attraverso attività stimolanti, ludiche e didattiche per i più piccoli in sinergia culturale con i loro genitori. Attraverso il gioco, le bambine e i bambini saranno accompagnati in un lungo percorso di apprendimento e di intrattenimento educativo, superando le barriere grazie alla magia della musica. In programma: “Do-re-mi-fa-sol”, un laboratorio di costruzione di strumenti musicali attraverso l’uso di oggetti riciclati; “Mappamondi”, un laboratorio di movimento in musica per bambini; “Il Raccontastorie”, che permetterà di far conoscere le storie di Napoli e dei suoi misteri con protagonisti bambini da anim-attori; “Tappeto Musicale”, che permetterà di produrre melodie saltando sui tasti di un tappeto-pianoforte; “Postazione gioco”, un quiz musicale all’insegna dell’inclusione; “Just Dance”, per ballare coreografie pop seguendo i passi di artisti famosi; “La Murga”, dove i bambini saranno coinvolti in una popolare danza argentina; “Componiamo una canzone”, in cui, a partire da una parola, potranno creare strofe in rima e comporre una canzone; “Workshop di percussioni”, con strumenti realizzati da materiali riciclati; “La Danza con le bolle”, divertimento sulle note di musiche napoletane; “Danza aerea”, acrobazie sulle note di melodie contemporanee; “Carillon Vivente”, con una ballerina che danza su brani classici. Il 31, in vista della ricorrenza del suo 30° compleanno, la Nuova Orchestra Scarlatti vuole sintetizzare e rilanciare gli elementi fondamentali della sua vocazione per il territorio e per il futuro dei giovani nel progetto “Un’Orchestra per Napoli”. Il programma di questa particolare giornata prevede la realizzazione di una grande orchestra composta dall’Orchestra Scarlatti Junior e l’Orchestra Scarlatti Young. L’evento rappresenta anche l’esito finale del complessivo percorso di formazione e attività orchestrale iniziata ad ottobre scorso e pensato proprio per le festività natalizie con i giovani e per i giovani. In tal senso, l’evento e le sue peculiarità formative si allineano al progetto ‘Napoli Città della Musica’. Il programma prevede musiche di M.A. Charpentier, J. Sibelius, J. Strauss, G. Gershwin e un particolare omaggio a Napoli e al grande Antonio De Curtis, con l’esecuzione della “Sinfonia di Totò” con brani tratti dalle colonne sonore dei suoi film.

SULLA NEVE 

COURMAYEUR
Tra le mete più celebri della Valle d’Aosta, d’estate come d’inverno, Courmayeur è in vetta alle preferenze di chi intende trascorrere l’ultimo dell’anno sulla neve. Il suo è principalmente un Capodanno sugli sci, da vivere nei ristoranti in quota che, il 31 dicembre, organizzano veglioni fino a notte fonda.
Ma, il Capodanno a Courmayeur, lo si può festeggiare anche a valle nei ristoranti (spesso ultra glamour) che preparano cenoni a base di specialità locali influenzate dalla vicina Francia. Infine, gli amanti del relax non possono perdersi il Capodanno alle terme di Pré Saint Didier. Nella stazione termale, distante 15 km da Courmayeur, QC Terme organizza un ultimo dell’anno tra bollicine, massaggi e ingressi alle vasche.

CERVINIA
Nel cuore della Valle d’Aosta, a 2.050 metri d’altitudine, Cervinia è tra le destinazioni più amate dagli sciatori d’Italia e d’Europa. Complice il Cervino che domina la scena, e complici le piste da sci delle aree Breuil-Cervinia, Valtournenche e Zermatt, il Capodanno a Cervinia è un Capodanno sulla neve a tutti gli effetti.
I festeggiamenti cominciano il 29 dicembre, con la tradizionale fiaccolata dei maestri di sci e delle guide alpine (replicata il giorno successivo, con finale pirotecnico).
La sera del 31 si festeggia ai piedi delle piste, con l’evento musicale a cura di Radio Number One dalle 19.00 alla 1.00 (con fuochi d’artificio a mezzanotte). In alternativa si può trascorrere il Capodanno in un rifugio (gli indirizzi must sono il Rifugio Guide Alpine e il Rifugio Teodulo) o, ancora, al Casinò di Saint-Vincent.

BARDONECCHIA
In provincia di Torino, nell’Alta Val di Susa, Bardonecchia è nota soprattutto per il comprensorio del Colomion-Les Arnauds-Melezet e per il comprensorio dello Jafferau. Il Capodanno a Bardonecchia è un Capodanno glamour e divertente, oltre che facile da organizzare (la località è ben collegata a Torino dalla rete ferroviaria).
Chi ama i festeggiamenti deve tenere d’occhio le proposte di Campo Smith: è all’interno di questa baita restaurata che vanno in scena le feste più ambite della zona, con celebri dj set e musica fino all’alba, come quella organizzata da Freedom Eventi in collaborazione con Urbi et Otium per il Capodanno 2023. Qui ti attende un cenone musicale con drink di benvenuto, brindisi di mezzanotte e balli e musica fino alle prime ore del mattino con Dj, vocalist e giochi di luce. Se lo vorrai potrai acquistare anche il pacchetto che comprende il pernottamento in hotel limitrofo con colazione inclusa. Leggi tutte le informazioni cliccando qui sotto.

BORMIO
Nell’Alta Valtellina, a 1225 metri sul livello del mare, Bormio è una tra le più celebri destinazioni turistiche della Lombardia. Tante sono le proposte per un Capodanno sulla neve indimenticabile, a seconda che si voglia optare per il relax o per il puro divertimento.
I Bagni Nuovi propongono il tradizionale bagno propiziatorio di mezzanotte, mentre la pista Stelvio è location della suggestiva fiaccolata di Capodanno con finale allo stadio olimpico a base di vin brulé.
Ci sono poi i locali in cui festeggiare fino all’alba, i pacchetti offerti dagli hotel, e le proposte davvero speciali. Chi lo volesse, ad esempio, può festeggiare l’inizio dell’anno a bordo del Trenino del Bernina (le agenzie di viaggio propongono pacchetti con viaggio in pullman fino a Tirano, arrivo a St. Moritz, cenone di Capodanno e relax alle terme di Bormio).
 

Capodanno 2023, in piazza e sulla neve (ma anche in tv o a teatro): ecco gli appuntamenti in tutta Italia